Volo in overbooking

Se sei escluso da un volo a causa di overbooking, il Regolamento UE 261/2004 ti dà il diritto ad un risarcimento fino a €600

Risarcimento per volo in overbooking: scopri i tuoi diritti e ottieni fino a €600

Se sei stato escluso da un volo o se ti è stato negato l’imbarco contro la tua volontà a causa dell’overbooking, puoi ottenere un risarcimento fino a €600 secondo il regolamento EU 261.

Ai sensi della normativa dell’UE, per richiedere un risarcimento per un volo prenotato oltre la disponibilità…

  • il tuo volo sarebbe dovuto partire da un aeroporto dell’UE
  • o l’aeroporto di arrivo dovebbe trovarsi in uno degli stati membri dell’UE e il tuo volo dovrebbe essere stato prenotato presso una compagnia aerea regolamentata dell’UE
L’overbooking è considerata una delle situazioni più temibili per i viaggiatori aerei di tutto il mondo. Nel settore dell’aviazione, viene spesso definito “volo ipervenduto”.

Da un certo punto di vista, è perfettamente legale per le compagnie aeree vendere più posti di quelli disponibili. Così emerge dal fatto che quando il passeggero rifiuta di lasciare l’aereo, diventa “viaggiatore fastidioso”.

In alternativa, le compagnie aeree devono richiedere a dei volontari di rinunciare ai loro posti prima di iniziare a escludere i passeggeri contro la loro volontà. Nel caso in cui ti venga negato l’imbarco contro la tua volontà hai diritto al risarcimento.

Perché le compagnie aeree prenotano in overbooking?

A volte le compagnie aeree vendono di proposito più biglietti rispetto ai posti disponibili sull’aereo. La probabilità che ogni passeggero prenotato si presenti entro l’orario programmato è remota.

Gli annullamenti dell’ultimo minuto sono una pratica frequente. Quindi, le compagnie aeree hanno iniziato a prenotare oltre la loro disponibilità di posti.

Le ragioni principali di ciò sono spesso dovute a:

➢ Cancellazioni di voli
➢ Ritardi volo da parte di altre compagnie aeree
➢ Modifiche dell’ultim’ora nei piani di vaggio

Le compagnie aeree non vogliono subire perdite derivanti dall’avere posti vuoti a seguito della cancellazione di qualsiasi volo operativo. Quindi in queste situazioni ricorrono all’overbooking.

Un passeggero ha una prenotazione confermata e si presenta per il volo entro l’orario di partenza. Ma al gate un responsabile della compagnia gli vieta l’imbarco.

I passeggeri che sono stati allontanati con la forza dalla lista d’imbarco vengono anche chiamati passeggeri “esclusi contro volontà” o “esclusi da un volo”.

Per eliminare l’agitazione dell’ultimo minuto da parte degli agenti al gate, bisogna sempre considerare un pò di incertezza.

Al giorno d’oggi le compagnie aeree utilizzano strumenti di calcolo altamente sviluppati per valutare i limiti di overbooking per i diversi voli. Ogni volta che questi calcoli risultano errati, sono i viaggiatori reali a subirne le conseguenze.

La Regola CE 261 dell’Unione Europea protegge i passeggeri colpiti dall’overbooking di voli. In sostanza, affronta le situazioni in cui a un viaggiatore aereo viene negato l’imbarco nonostante la sua prenotazione sia stata confermata.

Cosa succede se ti trovi su un volo in overbooking?

Quando le compagnie aeree devono escludere dei passeggeri, iniziano offrendo a eventuali volontari un risarcimento per overbooking in genere nelle seguenti forme:

➢ In contanti, o con dei voucher
➢ Pasti e bevande
➢ Sistemazione in albergo
➢ Un posto sul volo successivo disponibile
➢ Un upgrade in business class
➢ Poche compagnie offrono un biglietto omaggio di andata e ritorno per una destinazione a scelta          del passeggero.

I tuoi diritti quando il tuo volo è in overbooking

Consideriamo una situazione in cui a un passeggero viene negato l’imbarco a causa di “overbooking”.

La prima cosa che può verificarsi in un volo sovraprenotato è la comunicazione da parte dei responsabili al gate. Essi chiederanno ai passeggeri della compagnia aerea di prendere un altro volo.

Questa richiesta è spesso accompagnata dall’offerta di alcuni buoni di viaggio da parte dalla compagnia aerea, come risarcimento.

Di solito questi buoni hanno almeno il valore del doppio del costo del biglietto normale. Inoltre, se non accetti l’offerta puoi ottenere anche un valore più alto.

Se l’offerta di voucher di viaggio gratuita ti interessa, puoi accettarla invece di ottenere un risarcimento.

Tuttavia, è importante che ogni passeggero aereo conosca i propri diritti.

Ogni volta che acquisti un biglietto aereo, viene stipulato un contratto di trasporto reciproco tra te e la compagnia aerea.

Questo contratto di trasporto definisce totalmente i limiti degli obblighi legali per entrambe le parti.

Il contratto in genere prevede che in caso di overbooking di volo l’imbarco possa essere negato nonostante la prenotazione sia stata confermata se:

➢ Un numero sufficiente di passeggeri non rinunciano volontariamente ai propri posti. (Oppure)
➢ Non accettano il voucher o il volo alternativo che viene loro offerto.

Carta UE dei diritti del passeggero

Secondo Il Regolamento UE 261, per voli in ritardo, cancellati o in overbooking, i passeggeri interessati hanno diritto a un risarcimento fino a €600.

Se il tuo volo è stato prenotato oltre la disponibilità ma ti è stato offerto un volo alternativo che ti porta alla destinazione finale con un ritardo di oltre 2 ore, la compagnia aerea ti deve un risarcimento. L’importo della compensazione arriva fino a un valore massimo di 600€ in base alla norma UE 261.

In caso di overbooking, non sarà possibile chiedere un risarcimento se:

➢ Se accetti subito i voucher.
➢ Se accetti le offerte della compagnia aerea..
➢ Se si verificano circostanze straordinarie.

In questi casi, la compagnia aerea ti farà firmare un documento che attesti un accordo reciproco.

È quindi molto importante che il viaggiatore aereo sia consapevole dei propri diritti.

Se l’offerta delle compagnie aeree supera l’indennizzo autorizzato dal regolamento, è un vantaggio per il passeggero.

Anche coloro che hanno prenotato biglietti utilizzando punti frequent flyer o premi sono autorizzati a richiedere il risarcimento per overbooking.

Abbiamo sviluppato procedure semplici, trasparenti e sicure per la rapida liquidazione di tali richieste.

Hai diritto al risarcimento per overbooking?

Se hai il diritto di richiedere un risarcimento ai sensi della normativa UE noi di ClaimFlights possiamo aiutarti nella procedura.

In base alle disposizioni vigenti, l’importo del risarcimento dovuto a qualsiasi passeggero è il seguente:

➢ 250 euro per tutti i voli entro 1500 km
➢ 400 euro per voli tra 1501 e 3500 km e
➢ 600 euro per le distanze di volo oltre 3500 km

L’ultima disposizione per i voli oltre i 3500 km è applicabile ai voli che lasciano i confini dell’UE.

Come ottenere un rimborso per overbooking?

Il passeggero che sceglie di essere volontario in caso di negato imbarco ha diritto ai seguenti benefici.

  • Rimborso del biglietto entro una settimana.
  • Imbarco su un volo alternativo.
Il passeggero che non è autorizzato a salire sul volo è ancora più protetto dalla legge e avrà diritto a:
  • Un risarcimento pecuniario per overbooking.
  • Rimborso del biglietto o imbarco su un volo alternativo.
  • Assistenza in aeroporto.

ClaimFlights: aiutiamo i passeggeri a essere consapevoli dei loro diritti

Conosci i tuoi diritti

In caso di volo in overbooking, è possibile vedersi negato l’imbarco.

Se le compagnie aeree ti hanno offerto un volo alternativo che ti porta alla destinazione finale con un ritardo di oltre un’ora, potresti ricevere un risarcimento.

➢ ll 200% della tariffa di sola andata per un volo nazionale che arrivi con 1-2 ore di ritardo e per un volo internazionale che arrivi con 1-4 ore di ritardo.
➢ Il 400% della tariffa di sola andata per un volo nazionale che arrivi con più di 2 ore di ritardo e per un volo internazionale che arrivi con più di 4 ore di ritardo.

La compagnia aerea non deve alcun risarcimento, se i passeggeri raggiungono la destinazione entro un’ora di ritardo.

I voli nazionali europei e molti voli internazionali sono coperti

EC 261 si applica a tutti i passeggeri di voli all’interno dell’Europa. Allo stesso modo, si applica ai voli che partono da un terminal aereo europeo, e quelli che arrivano in Europa con una compagnia europea.

La tabella seguente illustra chiaramente tutto questo:

Origine e destinazioneCompagnia UECompagnia non UE
Da UE a UE
Da Ue a fuori UE
Da fuori UE a UENo
Da fuori UE a fuori UENoNo

Utilizza il nostro calcolatore gr atuito di rimborso

I passeggeri possono utilizzare il nostro calcolatore gratuito di rimborso per calcolare l’importo esatto che possono ricevere come risarcimento.

Tutto quello che devi fare è inserire i dettagli del tuo volo.

I nostri servizi sono aperti ai passeggeri di tutte le nazionalità ma sono limitati alla giurisdizione di applicabilità del regolamento CE 261/2004.

Cosa possono fare i passeggeri per evitare di essere esclusi dal volo?

I viaggiatori che arrivano in ritardo sono normalmente quelli che hanno maggiori probabilità di essere esclusi. Puoi limitare le probabilità di questo evento arrivando prima dell’orario di partenza previsto.

Anche la scelta dei posti durante la prenotazione, che potrebbe richiedere un costo aggiuntivo, può allontanare la possibilità vedersi negare l’imbarco.

Cosa dicono di noi i nostri clienti

Fai la tua scelta per il reclamo

Avvocato

Q
Commissione da 30€ a 520€ + quota di udienza di 30€ a 385€
Q
Rischio di perdere denaro se si perde il caso
Q
Richiede troppo tempo
Q
Risultato imprevedibile

ClaimFlights

R
Nessun rischio di perdita, paghi solo se vinciamo
R
Ti chiediamo solo 2 minuti del tuo tempo
R
Database aggiuntivi e prove legali
R
Esperti con alto tasso di successo

Autonomamente

Q
I reclami dei clienti individuali sono spesso ignorati
Q
Ci vogliono molte ore per fare il reclamo
Q
Basso rischio
Q
Il caso potrebbe finire in tribunale in ogni caso