Cancellazione dei voli a casa del Coronavirus

Mar 27, 2020

Veröffentlichung am 27. März 2020 um 13:14

In questo periodo il Coronavirus (COVID-19) sta facendo notizia. I passeggeri del trasporto aereo hanno difficoltà a causa del coronavirus.

Alcuni paesi in tutto il mondo hanno già implementato divieti di viaggio temporaneamente e restrizioni di volo da o verso paesi con un alto rischio di infezione da COVID-19.

Alcune compagnie aeree hanno ridotto il numero dei voli su determinate rotte a causa della scarsa domanda di passeggeri causata dalla diffusione del coronavirus. Di conseguenza, i passeggeri del trasporto aereo devono affrontare cancellazioni dei voli.

Le persone hanno paura di viaggiare e hanno avuto molte domande e dubbi, come …

Il mio volo è stato cancellato a causa del coronavirus. Cosa dovrei fare?

Posso chiedere un rimborso se la compagnia aerea ha cancellato il mio volo a causa delle decisioni ufficiali?

Secondo il regolamento (CE) n. 261/2004, la compagnia aerea non è obbligata ad offrire un risarcimento se può provare che la cancellazione è dovuta a circostanze straordinarie, che non avrebbero potuto essere evitate anche se fossero state prese tutte le misure ragionevoli.

Si presupporre che la situazione causata del coronavirus potrebbe rientrare in questa esenzione a causa dell’emergenza sanitaria globale che ha portato a misure pubbliche (compresi divieti ufficiali di viaggio) che sono al di fuori del controllo delle compagnie aeree.

Tuttavia, dovresti comunque avere diritto al rimborso del biglietto aereo o ad un volo alternativo offerto dalla compagnia aerea.

2. Se la compagnia aerea ha cancellato il mio volo a causa della scarsa domanda di passeggeri?

Le compagnie aeree stanno registrando un calo significativo della domanda a causa dell’epidemia di coronavirus, secondo gli ultimi dati della IATA (International Air Transport Association).

La bassa domanda da parte dei passeggeri fa sì che le compagnie aeree cancellino i voli per risparmiare denaro. Ma questo dovrebbe essere considerato come una decisione basata su considerazioni finanziarie e non su considerazioni relative alla salute e alla sicurezza dei passeggeri.

Pertanto, il passeggero aereo potrebbe avere diritto alla compensazione del volo annullata se il passeggero aereo fosse informato della cancellazione del volo meno di 14 giorni prima dell’orario di partenza previsto. Ma tieni presente che la responsabilità della compagnia aerea dovrebbe essere valutata caso per caso.

3. Se decido di non viaggiare e annullare il mio volo?

Il regolamento non si applica in questo caso. Dovresti contattare la compagnia aerea. Alcune compagnie aeree hanno già aggiornato le loro politiche di modifica e cancellazione a causa del coronavirus. Puoi anche contattare la tua agenzia di viaggi per ulteriori informazioni.

Seguiremo le ultime notizie sui diritti dei passeggeri del trasporto aereo in base alla situazione del coronavirus e vi forniremo degli aggiornamenti.

Veröffentlichung am 1 de abril de 2020 um 16:57

COVID-19: Linee guida della Commissione Europea sui diritti dei passeggeri nell’UE

Nel tentativo di mitigare gli impatti economici della pandemia COVID-19, la Commissione Europea ha pubblicato delle linee guida per garantire che i diritti dei passeggeri dell’UE vengano applicati in modo coerente in tutta l’Unione europea.

L’Unione europea (UE) è l’unica area al mondo in cui i cittadini sono protetti da una serie completa di diritti dei passeggeri, indipendentemente dal fatto che viaggino in aereo, treno, autobus o nave.

Ma le linee guida ricordano che le normative dell’UE in materia di diritti dei passeggeri non affrontano situazioni in cui i passeggeri non possono viaggiare o desiderano annullare un viaggio.

Il rimborso di un biglietto, in tali casi, dipende dal tipo di biglietto (rimborsabile, possibilità di riprenotare) come specificato nei termini e condizioni del vettore.

Di seguito, è riportato un riepilogo su alcuni argomenti di base sui diritti dei passeggeri del trasporto aereo ai sensi del Regolamento (CE) n. 261/2004 secondo le nuove linee guida:

Il diritto al rimborso o ad un volo alternativo

In caso di cancellazione del volo da parte delle compagnie aeree (qualunque sia la causa), la compagnia aerea deve offrire la scelta tra:

a. rimborso o

Se hai prenotato il volo di andata e ritorno separatamente e il volo di andata è cancellato, dovresti avere diritto al rimborso del volo cancellato, cioè qui il volo di andata.

Tuttavia, se il volo di andata e quello di ritorno fanno parte della stessa prenotazione, anche se operati da diversi vettori aerei, devi ricevere due opzioni se il volo di andata viene cancellato:

  • essere rimborsato per l’intero biglietto (ovvero entrambi i voli) o
  • ricevere un’alternativa su un altro volo, al posto del volo di andata.

b) Volo alternativo, al più presto possibile

A causa del COVID-19, i vettori potrebbero trovare impossibile reindirizzare il passeggero verso la destinazione prevista entro un breve periodo di tempo.

A seconda del caso, la “un volo alternativo al più presto possibile” può essere notevolmente ritardata e/o soggetto a notevole incertezza.

Il rimborso del prezzo del biglietto o un volo alternativo in una fase successiva “secondo la scelta del passeggero” potrebbe pertanto essere preferibile per il passeggero.

c) volo alternativo in una fase successiva “secondo la scelta del passeggero”.

Diritto all’assistenza

Ai sensi dell’articolo 9 del regolamento, i passeggeri che subiscono una cancellazione del volo devono anche essere assistiti gratuitamente dal vettore aereo operativo. Ciò consiste in pasti e bevande in una ragionevole quantità in base al tempo di attesa; sistemazione in albergo, se necessario, e trasporto al luogo di sistemazione.

Tuttavia, quando il passeggero sceglie il rimborso dell’intero costo del biglietto, il diritto alle cure non vale più. Lo stesso accade quando il passeggero sceglie un volo alternativo in una data successiva.

Il diritto all’assistenza sussiste solo quando i passeggeri devono attendere il volo alternativo che deve essere fornito al più presto possibile.

Il prezzo pagato per il biglietto o la durata dell’inconveniente non devono interferire con il diritto all’assistenza. Secondo il regolamento, il vettore aereo è tenuto ad adempiere all’obbligo di assistenza anche quando la cancellazione di un volo è causata da circostanze straordinarie.

Diritto al risarcimento

Il regolamento 261/2004 prevede anche compensazioni forfettarie in alcune circostanze. Ciò non si applica alle cancellazioni effettuate con più di 14 giorni di anticipo o in cui la cancellazione è causata da “circostanze straordinarie”.
La Commissione ritiene che, laddove le autorità pubbliche adottino misure intese a contenere la pandemia di Covid-19, tali misure sono per la loro natura e origine non inerenti al normale esercizio dell’attività dei vettori e sono al di fuori del loro effettivo controllo.

Ad esempio, quando le autorità pubbliche vietano del tutto i voli o vietino la circolazione delle persone in modo tale da escludere, di fatto, il volo in questione che doveva operare, o in cui la cancellazione del volo si verifica in circostanze in cui il corrispondente movimento di persone non è completamente vietato, ma limitato alle persone che beneficiano di deroghe (ad esempio cittadini o residenti dello stato interessato).

Quando la compagnia aerea decida di annullare un volo e dimostra che questa decisione era giustificata da motivi di tutela della salute dell’equipaggio, tale cancellazione dovrebbe essere considerata “causata” da circostanze straordinarie. Puoi trovare maggiori informazioni sui passeggeri del trasporto aereo, passeggeri ferroviari, passeggeri di autobus e passeggeri marittimi e delle vie navigabili interne qui:

https://ec.europa.eu/commission/presscorner/detail/it/ip_20_485

Veröffentlichung am 27. März 2020 um 13:14

In questo periodo il Coronavirus (COVID-19) sta facendo notizia. I passeggeri del trasporto aereo hanno difficoltà a causa del coronavirus.

Alcuni paesi in tutto il mondo hanno già implementato divieti di viaggio temporaneamente e restrizioni di volo da o verso paesi con un alto rischio di infezione da COVID-19.

Alcune compagnie aeree hanno ridotto il numero dei voli su determinate rotte a causa della scarsa domanda di passeggeri causata dalla diffusione del coronavirus. Di conseguenza, i passeggeri del trasporto aereo devono affrontare cancellazioni dei voli.

Le persone hanno paura di viaggiare e hanno avuto molte domande e dubbi, come …

Il mio volo è stato cancellato a causa del coronavirus. Cosa dovrei fare?

Posso chiedere un rimborso se la compagnia aerea ha cancellato il mio volo a causa delle decisioni ufficiali?

Secondo il regolamento (CE) n. 261/2004, la compagnia aerea non è obbligata ad offrire un risarcimento se può provare che la cancellazione è dovuta a circostanze straordinarie, che non avrebbero potuto essere evitate anche se fossero state prese tutte le misure ragionevoli.

Si presupporre che la situazione causata del coronavirus potrebbe rientrare in questa esenzione a causa dell’emergenza sanitaria globale che ha portato a misure pubbliche (compresi divieti ufficiali di viaggio) che sono al di fuori del controllo delle compagnie aeree.

Tuttavia, dovresti comunque avere diritto al rimborso del biglietto aereo o ad un volo alternativo offerto dalla compagnia aerea.

2. Se la compagnia aerea ha cancellato il mio volo a causa della scarsa domanda di passeggeri?

Le compagnie aeree stanno registrando un calo significativo della domanda a causa dell’epidemia di coronavirus, secondo gli ultimi dati della IATA (International Air Transport Association).

La bassa domanda da parte dei passeggeri fa sì che le compagnie aeree cancellino i voli per risparmiare denaro. Ma questo dovrebbe essere considerato come una decisione basata su considerazioni finanziarie e non su considerazioni relative alla salute e alla sicurezza dei passeggeri.

Pertanto, il passeggero aereo potrebbe avere diritto alla compensazione del volo annullata se il passeggero aereo fosse informato della cancellazione del volo meno di 14 giorni prima dell’orario di partenza previsto. Ma tieni presente che la responsabilità della compagnia aerea dovrebbe essere valutata caso per caso.

3. Se decido di non viaggiare e annullare il mio volo?

Il regolamento non si applica in questo caso. Dovresti contattare la compagnia aerea. Alcune compagnie aeree hanno già aggiornato le loro politiche di modifica e cancellazione a causa del coronavirus. Puoi anche contattare la tua agenzia di viaggi per ulteriori informazioni.

Seguiremo le ultime notizie sui diritti dei passeggeri del trasporto aereo in base alla situazione del coronavirus e vi forniremo degli aggiornamenti.

Se il tuo volo ha un ritardo di più di 3 ore o è stato cancellato, potresti avere diritto a un risarcimento fino a € 600 in base al Regolamento UE 261.

CONTROLLA GRATUITAMENTE

Offriamo servizi in base al principio"Nessun successo- nessuna commissione", quindi fare un reclamo non comporta alcun rischio!

I 13 posti più belli del mondo da visitare

I 13 posti più belli del mondo da visitare

I luoghi più belli del mondo ti aspettano. Basta scegliere la destinazione e prenotare i biglietti per il tuo viaggio da sogno. Però cosa fai quando non sai esattamente che posto visitare? C'è una miriade di possibilità e noi vogliamo...

leggi tutto
Qual è il giorno migliore per prenotare voli?

Qual è il giorno migliore per prenotare voli?

La pianificazione di un viaggio è sempre una responsabilità, quindi è necessario mettere tutto a posto. Che succede se sbagli proprio nella decisione più importante del viaggio? Cioè, la prenotazione del volo. Tutto potrebbe diventare un...

leggi tutto

Aiutiamo in molte lingue - Siti Internazionali ClaimFlights